Sesta Tappa – Okinawa

Posted on Giu 29, 2015


L’idea di andare ad Okinawa mi ha sempre incuriosito, perché oltre a far parte del Giappone è anche un’isola tropicale, e io finora non ne ho mai visitata una. Il motivo è semplice, di solito si va in queste isole col solo scopo di andare al mare, e non è esattamente una delle mie attività preferite in quanto mi annoio facilmente. Però in questo caso trovo impreziosisca l’itinerario che così comprenderà sia tappe in montagna che al mare (e ovviamente tutto ciò che c’è in mezzo).

Nella mia idea, la tappa di Okinawa costituisce una vacanza dalla vacanza. I viaggi lunghi come quello che stiamo pianificando sono molto divertenti e di sicuro ti permettono di staccare completamente dalla vita quotidiana e dallo stress, però non si possono certo definire riposanti. Nel nostro caso passeremo molto tempo in viaggio con valige al seguito, faremo escursioni, visite e via dicendo. Nella mia esperienza dopo tanto correre c’è bisogno di fermarsi un attimo per riprendere fiato, e la tappa di Okinawa servirà proprio a questo. Soggiorneremo in un signor albergo con tanto di piscina, centro benessere e spiaggia. Ci faremo fare le coccole e ne approfitteremo per dare un’occhiata in giro, ma niente di troppo stancante.

Mihama American Village, Chatan, Okinawa (Giappone)

Mihama American Village, Chatan, Okinawa (Giappone)

Comunque non ce ne staremo tutto il tempo in panciolle, perché l’isola di per se mette a disposizione moltissime attrattive interessanti, però nell’ottica di viverla nel modo più rilassato possibile ci avarremo di un tour organizzato che ci terrà via dal nostro piccolo paradiso per poco più di una mezza giornata.

Il tour partirà da Naha, la capitale di Okinawa, e ci porterà verso sud, dove visiteremo Okinawa World, una specie di parco a tema che ti permette di immergerti “nella natura, nell’intrattenimento e nella cultura” dell’isola… cosa questo voglia dire non mi è ben chiaro, so solo che c’è una ricostruzione di un tipico villaggio dell’isola, con negozietti che vendono cose tipiche fatte a mano, insomma, una cosa prettamente commerciale, ma la cosa importante è che ti da anche accesso alle Cave sotterranee di Gyokusendo.

Le cave di Gyokusendo, anche note come Lime Caves

Le cave di Gyokusendo, anche note come Lime Caves

La visita continuerà portandoci a vedere il Peace Memorial Park e l’Himeyuri Peace Museum, tanto perché di seconda guerra mondiale non si era parlato a sufficienza durante il viaggio, per poi concludersi in una specie di centro commerciale con sconti fino all’80%… chi sono io per oppormi ad un po’ di sano shopping.

Per il resto del tempo ci riposeremo, tra l’altro vicino all’albergo che abbiamo scelto c’è una specie di parco a tema in stile americano, chiamato appunto American Village. In realtà è un po’ un agglomerato di ristoranti e di locali di intrattenimento come bowling e altre cose simili, così almeno avremo una scusa per uscire dall’albergo, quantomeno per mangiare!

Il nostro albergo...

Il nostro albergo…

Pin It on Pinterest